Vacuostati

Vacuostati

I vacuostati sono disponibili nella versione meccanica ed elettronica. Nella versione meccanica il vuoto presente viene misurato mediante una membrana e viene azionato un microinterruttore (versione elettromeccanica) oppure una valvola (versione pneumatica). Nella versione elettronica il vuoto viene misurato mediante un sensore piezoresistente e viene emesso un segnale di commutazione (analogico o digitale). 

I vacuostati vengono impiegati in un campo di misurazione compreso tra -1 e 0 bar.

Esistono fondamentalmente i seguenti tipi di vacuostato:

Vacuostati meccanici VS-V-PM e VS-V-EM-ST
I vacuostati meccanici si caratterizzano per la struttura robusta e il funzionamento universale. Con la versione elettromeccanica (EM) possono così essere inserite la tensione continua e la tensione alternata. Con la versione pneumatica (PM) non è invece necessario alcun collegamento elettrico. Il funzionamento è puramente pneumatico. Per adattare individualmente questi vacuostati ai parametri di processo, è possibile impostare dei punti di commutazione (con isteresi impostata in modo fisso).

Vacuostato elettronico
I vacuostati elettronici hanno un'alta precisione di commutazione e ripetibilità con una struttura compatta. I vacuostati con display digitale (versioni VS-V-D-… eVS-V-W-D-...) offrono così una notevole comodità di comando, poiché i punti di commutazione e l'isteresi sono liberamente programmabili mediante una tastiera a membrana. Per programmare, nel processo, il punto di commutazione nel modo più rapido e semplice, sono ideali i vacuostati con pulsante Teach (versione VS-V-AH/AV-T). In questa versione, i punti di commutazione possono essere programmati in pochi secondi per mezzo di un pulsante. I vacuostati con uscita analogica e digitale (versioni VS-V e VS-V-A-…) e i vacuostati in miniatura (VS-V-SA/SD) completano l'assortimento.

Vacuostati nelle negozio online