Tecnologia del vuoto per del vetro speciale e per display

Tecnologia del vuoto per la movimentazione del vetro speciale e per display

Il mercato dei display sta crescendo in modo esponenziale. Si tratta di un segmento che vede lo sviluppo di display sempre più grandi e con funzioni sempre più ampie ed integrate. Un segmento che di conseguenza definisce requisiti sempre più stringenti anche alla tecnologia del vuoto. Le superfici di vetro si assottigliano e i rivestimenti diventano più complessi e delicati. La produzione cresce continuamente: dalla lavorazione della materia prima fino al taglio, alla levigatura, al rivestimento ed al montaggio finale dei dispositivi. È quindi importante non solo offrire sistemi di presa che garantiscano una movimentazione senza lasciare alcuna traccia sul vetro, ma anche soluzioni che siano veloci ed estremamente precisi.

Inoltre, i requisiti relativi alla gestione conforme alle norme ESD nel campo del montaggio dei display e della produzione di moduli di visualizzazione stanno diventando sempre più importanti. Una scarica incontrollata e veloce può portare a danni irreversibili ai display o ai componenti elettronici installati.

Contatto

Schmalz Inc.
5850 Oak Forest Drive
Raleigh NC 27616
Stati Uniti d'America

T: +1 919 713-0880
F: +1 919 713-0883
schmalz@schmalz.us
Biglietto da visita


Requisiti per la tecnologia del vuoto

Forze elevate e accelerazioni massime
I processi di lavorazione richiedono cicli estremamente brevi. È quindi necessario che le lastre di vetro vengano afferrate rapidamente e poi movimentate applicando accelerazioni elevatissime senza però compromettere la sicurezza e la precisione dei movimenti. Il sistema di presa speciale STGG per vetri sottili vanta superfici di aspirazione e forze trasversali superiori in modo da garantire una presa ed una movimentazione particolarmente precise e rapide.

Assenza di contaminazione e movimentazione sicura
Ogni impurità del vetro, prima e dopo il processo di rivestimento, influisce negativamente sul funzionamento del display. Per questo motivo le ventose STGG sono dotate di una superficie di contatto speciale in PEEK che riduce al minimo il rischio di contaminazione. L’ampia superficie di aspirazione del sistema permette di generare un basso livello di vuoto ma un’elevata forza di presa. In questo modo la movimentazione avviene generando una pressione superficiale minima. Schmalz offre un’ampia gamma di sistemi di presa a ventosa realizzati con il singolare HT1 che non lascia alcuna traccia sul vetro. Grazie alla sua particolare struttura di supporto, la serie SGPN è particolarmente indicata per la movimentazione delle lastre di vetro sottili.

Disponibilità dell’impianto e bassi costi energetici
I processi di movimentazione richiedono tempi ciclo brevi. Gli eiettori compatti SCPSi e SCPM si contraddistinguono soprattutto per loro sue funzioni di aspirazione e di scarico integrate. E infatti i tempi di aspirazione e scarico sono brevissimi e i costi energetici bassi. Il sistema automatico di risparmio aria integrato fa sì che l’eiettore si attivi solo quando è necessario il vuoto. L’eiettore compatto intelligente dispone di un interfaccia IO-Link che permette la lettura dei dati di processo e la configurazione del dispositivo. Il basso ingombro dell’eiettore permette il suo montaggio direttamente accanto al sistema di presa a ventosa, fattore questo che riduce sensibilmente i tempi di evacuazione.

Movimentazione flessibile nei processi di montaggio
I sistema di presa ad area FXP/FMP utilizzano delle ventose che afferrano ampie aree delle lastre di vetro. In questo modo la forza superficiale generata è bassa ed è quindi possibile movimentare lastre di vetro con rivestimenti particolarmente delicati. Il dispositivo di protezione opzionale permette inoltre di ridurre la minimo la contaminazione da contatto. Grazie al sua particolare sistema di valvole integrate il sistema di presa è in grado di movimentare pezzi che sono più piccoli della ventosa stessa. Ecco perché il sistema permette di afferrare vetri di dimensioni flessibili. Il sistema FXP si contraddistingue anche per il suo generatore di vuoto integrato che funziona in base al principio Venturi.

Movimentazione a basso contatto
Le ventose flottanti SBS si basano sul principio di Bernoulli e sono in grado di movimentare le lastre di vetro con il minor contatto possibile. La ventosa oscilla su un cuscino d’aria e per mezzo di un buffer in elastomero in HT1 può trasmettere le forze orizzontali. Il flusso d'aria elevato e la bassa formazione di vuoto permette di garantire una movimentazione sicura, un effetto a lunga copertura ed una separazione ottimale delle singole lastre di vetro

Manipolazione conforme alle norme ESD
Le ventose in materiale conforme alle norme ESD NBR-ESD hanno un campo di resistenza da 106 a 109 Ω e sono inoltre prive di fuliggine conduttiva. Ciò significa che le ventose in materiale giallo NBR-ESD non solo forniscono una definita resistenza alla perdita, ma prevengono anche i danni ai componenti dovuti alla fuliggine. In combinazione con i pistoni a molla FSTIm e FSTImc, le ventose offrono una resistenza affidabile punto a punto e punto a terra nella gamma ESD.


Tecnologia del vuoto per il settore del vetro speciale e vetro display

Pinze di presa per vetro sottile STGG

  • Superficie ventosa: 100 x 55 mm e 170 x 105 mm
  • Materiale superficie ventosa: PEEK
  • Capacità di aspirazione: da 31 a 235 l/min
Ventose SFF / SFB1
Nuovo

Ventose SFF / SFB1

  • Superficie di aspirazione (Ø) da 10 mm a 40 mm
  • Materiale: SI, EPDM, HT1

Eiettori compatti SCPS / SCPSi

  • Capacità di aspirazione fino a 67 l/min
  • Vuoto max.: 85 %
  • Corpo base in plastica

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXP/FMP

  • Ventosa universale per la pallettizzazione, confezionamento e selezione
  • Dimensioni: 442 x 130 fino a 1.432 x 130 mm
  • Elemento di tenuta: spugna di tenuta, ventosa

Ventose flottante SBS

  • Diametro: da 20 a 120 mm
  • Forza di presa: da 2 a 104 N
  • Tampone in elastomero a prova di impronte sul lato inferiore
Eiettori compatti SCPMb / SCPMc / SCPMi
Nuovo

Eiettori compatti SCPMb / SCPMc / SCPMi

  • Capacità di aspirazione fino a 28 l/min
  • Vuoto max.: 87 %
  • Corpo base in plastica

Terminale compatto SCTMb / SCTMc / SCTMi

  • Capacità di aspirazione fino a 33 l/min per eiettore
  • Vuoto max.: 87 %
  • Corpo base in plastica
  • Variante SCTMi interfaccia con IO-Link