Esempi pratici

Industria Automobilistica

Esempiol:

Applicazione

  • Lavorazione in una linea di presse per la produzione delle lamiere per carrozzeria dell’industria automobilistica

Compiti indicati

  • Trasporto dei componenti tra le singole presse
  • Movimentazione automatizzata con tempi di ciclo minimi
Soluzione

L’eiettore compatto SXMPi di Schmalz con controllo intelligente dell’energia e dei processi vanta un’elevata capacità di aspirazione fino a 220 l/min e una funzione di scarico power per ridurre al minimo i tempi di ciclo. L’eiettore comunica con il sistema dei bus di campo per mezzo dell’interfaccia IO-Link. Il SXMPi raccoglie, analizza e interpreta i seguenti dati di processo

  • Energy-Monitoring per il monitoraggio del consumo di energia
  • Condition-Monitoring per garantire una maggiore disponibilità dell’impianto
  • Predictive-Maintenance per la manutenzione preventiva

Eiettori compatti X-Pump SXPi / SXMPi con IO-Link

  • Capacità di aspirazione fino a 220 l/min
  • Vuoto max. 85 %
  • Corpo base in plastica
Vantaggio dei consumtatori
FunzioneEiettore compatto
SXMPi
Generazione tradizionale-
del vuoto senza IO-Link
Funzione risparmio ariaparziale
Funzione di scarico power per ridurre al minimo i tempi di cicloparziale
Interfaccia IO-Link - Comunicazione bidirezionale nel sistema dei bus di campo-
Ottimizzazione dei parametri di processo con l’impianto in funzione-
Condition Monitoring - Monitoraggio di stato-
Monitoraggio dei parametri di processo principali (tenuta/pressione di esercizio)-
Monitoraggio e raccolta dei dati sul consumo di energia-
Misurazione della resistenza di flusso e della tenuta nel sistema di presa-
Rilevamento delle perdite-
Monitoraggio del grado di sporco-
Un potenziale di risparmio per la linea presse dell’industria automobilistica:

L’utilizzatore può avviare un intervento di manutenzione programmato e preventivo prima che si fermi l’impianto.Il SXMPi monitora continuamente lo stato dei tooling, riconosce i cambiamenti graduali o i malfunzionamenti imminenti e li comunica al sistema di controllo.Già riducendo di un minuto al giorno i tempi di inattività, nell’esempio in questione è possibile ottenere un risparmio annuale fino a 300.000 euro. Il risparmio effettivo varia a seconda dei costi per guasti dell’impianto.